Post

ESTATE MOLTO ANTICIPATA BREVE BILANCIO DELLE MEZZE DI INIZIO ANNO

 In questa stagione primaverile molto calda, ci siamo letteralmente scordati delle temperature e della forma di qualche anno fa, e praticamente da subito siamo scivolati a 30 gradi e ora a fine mese e viaggiamo allegramente ma non troppo verso i 35, direi temperature da Luglio più che da Maggio. Ho terminato la stagione delle mezze con la bella e ben organizzata Mezza di Piacenza, corsa con Gaetano; in questo caso, tempo metereologico ottimo, temperatura ottimale, poco sole ma niente pioggia, e nonostante ciò porto a casa un 1h51'30" (5'15") che corrisponde al tempo ottimale nel mio attuale stato di forma. Tempo simile a Novellara (con tutti i se e i ma del caso), Reggio è andata peggio ma avevo le gambe distrutte. Il caldo e i lunghi con Ilaria non mi permetteranno di preparare meglio la mezza di Mantova, ma dovranno migliorare la condizione fisica generale. Peso e km in questa estate calda, per le prestazioni ci penseremo con temperature più abbordabili. Facendo un&

RISOTTO RUN BAGNATO E FORTUNATO

Pasquetta è stato tempo di Mezza di Novellara, e visti i risultati abbastanza grigio scuri delle ultime prestazioni, nonostante il tempo passato al piovoso (finalmente), mi getto nella mischia e corro la gara di "casa", la Risotto Run. Non ho grosse aspettative, sono arrabbiato per le pessime prestazioni alle mezze, però trovo che correre una 8 km a tutta birra possa interrompere il ciclo di lunghi e mezze con una distanza più breve. Tempo piovoso, freddino, indosso l'immancabile impermeabile senza maniche rosse e parto cercando di non esagerare; parto subito a 4'20", mi sembra veloce però tutto sommato tengo e arrivo a metà gara senza patemi. Rallento e sfioro i 4'40" al 5 Km e sto già cedendo, ma sento il fine gara e riesco a riprendere il desiderato 4'25" per chiudere a 34' per 8 km scarsi. Che dire. Nella tempesta delle mie pessime prestazioni è arrivato un lampo di luce. Troppo poco ma c'è qualcosa che si muove sotto. E speriamo non

MEZZE DI PRIMAVERA

 In questa calda e arida primavera del 2022, ho approfittato dell'improvvisa apertura delle barriere anticovid per inoltrarmi nelle agoniate e amate mezze maratone, distanza molto gradita, con l'eterna speranza di tornare ai fasti di qualche anno fa, ma purtroppo ho perso decisamente il tocco, anzi direi il passo. Ma andiamo con ordine, come non faccio mai, e partiamo dalla buona gara corsa a Cesole; tempo ottimo, ne caldo ne freddo, concentrazione buona, obiettivo correre sotto i 5'00" e devo dire che a parte gli ultimi km ci sono riuscito. Devo ringraziare certamente Ilaria, la mia compagna di lunghi domenicali, che con la sua precisione e programmazione sta cercando di coinvolgermi in un podismo non sofferto ma pensato, io ci provo, con alterne fortune; riesco comunque a staccare un 4'49" di tutto rispetto considerando il periodo. Tutto gasato, dopo una settimana abbastanza intensa approfitto della latitanza della mia compagna di avventure per dedicarmi all

I LUNGHI DELLA DOMENICA E IL RITORNO DELLA GUERRA

 Per un colpo di fortuna sono riuscito a trovare, dopo diversi anni, una compagna di lunghi, e quindi nonostante manchino la bellezza di 7 mesi alla maratona di Venezia, abbiamo già iniziato gli allenamenti  domenicali da 26 km in su. Ritmo blando naturalmente ma l'obiettivo è, dopo quattro anni dall'ultima maratona, riaffacciarsi ad un kilometraccio più sostenuto ed arrivare ad una distanza di 36/38 km senza grossi patemi. L'obiettivo gara in questo caso sono le quattro ore e mezza, e soprattutto una tenuta di gara costante, per questo mi aiuta la compagna di avventure Ilaria che a differenza mia è molto scrupolosa.  Oltre a questo, continuo nell'allenamento in palestra, nel medio a metà settimana e in un paio di 10 Km. In questo caso gli obiettivi sono due, perdere qualche kg e arrivare ad una tenuta sulla 10 km sotto ai 5'00". Poi anche in questo caso cercare di allungare visto le due mezze di Maggio. Tanti obiettivi per allenarsi, il morale è buono, purtrop

CRONACHE MARZIANE

 Sciroppata anche la prima gara dell'anno, in quel del Campo Scuola. Giornata nuvolosa, non fredda; fondo non molto stabile visto che il giorno prima è piovuto (anche se pochissimo); percorso insidioso con salite e discese, manca il solito albero da saltare (indispensabile), ma non si è fatto desiderare. Forma così corsì, arrivo da una buona settimana di allenamento, ma da scarsa forma, due anni senza campestri, il peso sempre eccessito, etc.  Parto a bomba come mai si deve fare, ma già al termine del 1. km inizio a rallentare fino ad arrivare a 5'30". Chiudo poco oltre i 5'00" al km, pensavo e speravo qualcosa di meglio, anche se il tempo alla fine è il minore dei problemi di oggi. Corsa pessima, gestita male, in periodo di scarsa forma e anche scarsa voglia. Domenica prossima evito di ripetermi in quel di Suzzara e mi affido ai lunghi che danno certamente più soddisfazioni. Mi rendo conto che mancano allenamenti sopra-soglia, non riesco praticamente a tenere 2 k

CHI HA SPARATO A J.R.?

 Domenica prima gara stagionale e un po' di emozione, a due anni dall'ultima campestre e dallo stop del Covid, anche questo è un modo per esorcizzare il periodo. Vengo da una buona settimana, dopo l'ottimo lungo con Ilaria, sono stato continuo (stranamente) e non ho avuto problemi di sorta (bella notizia). Purtroppo l'allenamento non è stato costante nelle ultime settimane, e sopratutto poco concentrato sulle ripetute pertanto la gara di Domenica andrà al solito ai 5'00" al km ma l'importante è ricominciare. La possibilità di fare lunghi apre finalmente le porte alla maratona e magari posso ipotizzare di farne due in questa stagione; il problema maggiore in questo periodo è sempre il peso naturalmente, ma sono sicuro che mantenendo gli allenamenti costanti la situazione migliorarerà.

CARNEVALE ED INIZIO DELLA STAGIONE

 Finalmente i contagi di Omicron stanno diminuendo, e con la terza dose fatta, il 20/02 si dovrebbe ripartire con le campestri al Camposcuola. La mezza di Verona è stata spostata al 1. maggio, e l'8. maggio vorrei correre quella di Piacenza con Gaetano, farne due attaccate probabilmente non è il massimo ma il COVID muta il calendario e obiettivamente a Maggio è l'ultimo mese a mio parere per correre gare impegnative visto che poi a Giugno c'è già parecchio caldo (vedasi la 1/2 di Verona dello scorso anno corsa in modo poco dignitoso). Gli allenamenti proseguono abbastanza agevolmente, la Domenica dovrei essere riuscito a trovare una compagna di lunghi (che mancano), il peso lentamente sta migliorando e sicuramente l'inizio delle gare competitive farà bene. Non avendo chiaro le dinamiche della pandemia non so se riuscirò a correre gare a Marzo, mi piacerebbe, penso che correrò sicuramente Cesole poi vediamo se c'è spazio per altro. Visto la possibilità magari proverò