giovedì 13 agosto 2015

TROFEO TIM: MA ERA PROPRIO NECESSARIO?


Il tornato, grazie a Dio, entusiasmo estivo interista, fomentato dai grandi acquisti estivi, ha già subito un primo ridimensionamento, dovuto alle mirabolanti amichevoli estive, che certamente non saranno provanti di nulla ma che hanno evidenziato, se non altro, tanta confusione in casa nerazzurra.
Partiamo da un'analisi da uomo della strada della formazione: innanzitutto a livello tattico, mi permetto di fare una breve digressione storica per i non aggiornati.

Lo scorso anno sportivo il Mancio ci fece una testa tanto perchè non riusciva a giocare con il mitico 4-3-3 ma, considerando la mancanza di punte esterne, era costretto a far scendere la squadra con una impostazione a  "rombo" ovvero 4-3-1-2; a livello di numeri magari cambia poco però effettivamente l'impatto è diverso, e obiettivamente a Gennaio i rinforzi arrivati avrebbero dovuto modificare l'aspetto tattico.
A Gennaio grandissimo entusiasmo, finalmente arrivano gli esterni, Santon (il figliol prodigo), Podolski, e Shaquiri il grande fantasista, il velocissimo giocatore super tecnico arrivato niente popo' di meno che dai campionissimi del Bayern.
Bene, a Giugno l'Inter ha fatto di tutto per sbolognarli tutti a chiunque:  a parte la sòla Podolski, non so che colpe avesse il povero Shaquiri, mentre almeno per Santon sembra che la vendita sia se non altro rimandata.

Dicevamo quindi, a Giugno finalmente la squadra avrà acquistato i giocatori che servono per il 4-3-3?
In realtà sono arrivati tre difensori, un centrocampista e una seconda punta.. siamo in attesa di una punta esterna che però non penso cambierà totalmente la tattica della squadra (sempre se arriverà):
Nel delirio totale, da allenatore se non altro cercherei di mantenere l'assetto tattico che, anche se non vincente, ha dato più garanzie. Invece no, il buon Mancio propone un 4-4-2 di Capelliana memoria, con Hernanes a fare l'ala (?), Kovacic a fare il centrocampista difensivo (peccato che non difende), Icardi e Jovetic totalmente isolati davanti, i nuovi acquisti Miranda e Murillo molto in difficoltà dietro (per mancanza di copertura) e Jesus e Santon a fare i difensori laterali (Jesus è un centrale, Santon non difende).
Grandi difficoltà naturalmente che oltre al solito atteggiamento compassato da Inter ci fanno andare sotto per 2-0 con un Milan che, a differenza dei nerazzurri, ha le idee chiare: difendere e pedalare forte, e davanti Bacca sembra veramente un buon acquisto.
L'infortunio di Hernanes, la sostituzione del brasiliano con Brozovic, provocano il cambiamento tattico al mitico rombo e la squadra, se non altro, inizia a giocare.
A voi l'ardua sentenza: perchè schierare un sistema tattico dannoso? Per fare capire a Thoir che servono altri giocatori? Ma se servivano così tanto perchè in due sessioni di mercato non si è riuscito ad acquistarli?
Ai poster(i) l'ardua sentenza.

Impressioni di Settembre

Sono finite le tante agognate vacanze e ad inizio Agosto ho iniziato la preparazione per la stagione autunnale. Dopo quasi tre settimane d...